ITR Industries, polo produttivo di eccellenza del Gruppo USCO ITR

Corporate - 29/09/2021

ITR Industries rappresenta il centro nevralgico della supply chain ITR di componenti per il sottocarro destinati al mondo Aftermarket e al primo montaggio delle più importanti case costruttrici di macchine movimento terra.

Al centro della supply chain ITR, insieme a ITR Meccanica, polo produttivo situato in Italia della divisione miscellanea, si annovera ITR Industries con i suoi stabilimenti in Corea del Sud, dove si producono catene, suole, serie settori e rulli e in Cina, vocati alla produzione di rulli, ruote tendicingolo e ruote motrici. È proprio dell’azienda cinese che vi parliamo in questo articolo.

Con il suo stabilimento di 54.000 m2, di cui 29.000 coperti, l’azienda beneficia di una posizione strategica per raggiungere e rifornire Modena e le filiali ITR nel mondo.  Si colloca infatti nella regione cinese dello Shandong, nota per l’eccellenza nel settore automotive e nell’elettronica di precisione: General Motors®, Hyundai®, Apple® e LG® sono solo alcuni dei brand che qui possiedono importanti sedi produttive. 

L’area dello Shandong è una realtà produttiva consolidata e in continua espansione. Di recente, molti investimenti hanno riguardato l’adeguamento ambientale, facendone un centro all’avanguardia rispetto alle norme più aggiornate e restrittive in materia. Questa è stata l’occasione per ITR Industries di riprogettare diverse aree, implementando in maniera importante logiche di tipo lean per migliorare la gestione dei processi aziendali e ridurre gli sprechi.

La fonderia è stata infatti completamente riprogettata secondo un’ottica di flusso che automatizza il processo di movimentazione dei modelli. La nuova impiantistica messa a punto è in grado di abbattere le emissioni, proiettando fin da adesso ITR Industries Cina nella sfida dei prossimi decenni.


Controllo di produzione di rulli, ruote motrici e ruote tendicingolo

Presso l’azienda cinese si producono in particolare rulli, ruote motrici e ruote tendicingolo per sottocarro. Lo stabilimento di Yantai è quindi un centro produttivo fondamentale per il gruppo ITR ricoprendo un ruolo chiave all’interno della supply chain del sottocarro ITR.

Il processo produttivo di ruote motrici e tendicingolo parte dalla lavorazione della materia prima. I forni fusori all’interno dello stabilimento sono in grado di garantire una grande autonomia all’azienda e un’alta qualità di lavorazione. La produzione prosegue poi con batterie di lavorazioni meccaniche CNC e trattamenti termici, convogliando tutti i componenti verso le postazioni di assemblaggio e verniciatura.

Anche queste aree produttive hanno vissuto una recente
riorganizzazione per proseguire nell’ottica del miglioramento continuo, con team dedicati alla riduzione degli sprechi. In particolare, il nuovo assetto mira a limitare i cosiddetti sette MUDA, ossia gli sprechi in materia di attese, trasporti, sovrapproduzione, scorte eccessive, movimentazione, difetti e presenza di operazioni “inutili” nel processo.

I rulli vengono prodotti a partire dall’acciaio forgiato. Vengono poi lavorati meccanicamente e sottoposti a trattamento termico per conferire le corrette caratteristiche di resistenza all’usura e tenacità. In particolare, alcuni dei recenti investimenti hanno avuto lo scopo di migliorare proprio le prestazioni del trattamento termico, cuore del know-how ITR, per garantire gli standard sempre più stringenti delle macchine di grandi dimensioni.


La fase di assemblaggio e il controllo qualità

Un’estrema attenzione viene posta nella fase di assemblaggio, in cui la pulizia e la ripetibilità sono un elemento imprescindibile. Prima di essere montati, tutti i componenti sono lavati singolarmente e seguono un flusso dedicato su linee differenziate per tipologia e taglia. Ogni linea è stata studiata per ottimizzare le singole operazioni, e tutti i prodotti vengono testati al 100% in linea. Questo garantisce la tenuta e la corretta procedura di assemblaggio. Una volta assemblati, i prodotti proseguono sulle due linee di verniciatura automatizzate fino alle postazioni di palletizzazione.

Come ultimo step, lo standard qualitativo ITR prevede controlli, distruttivi e non. Tra questi: controlli a ultrasuoni, prove di durezza, magneflux, IR, charpy, e simulazione di condizioni di processo gravose applicate ai componenti finiti con l’uso di software. Attraverso una serie di macchine sviluppate appositamente, lo stabilimento di ITR Industries dello Shandong è in grado di replicare le condizioni di lavoro più pesanti, rendendo possibile testare e sviluppare nuovi prodotti per after market e OEM.

Grazie alla sua produttività e alla gestione efficiente del processo produttivo, lo stabilimento cinese è oggi un polo di eccellenza per le forniture ITR e un centro di riferimento per la ricerca e lo sviluppo, caratterizzato da un’importante spinta verso il futuro.

 

 

Continuate a seguirci per saperne di più in merito alla sede di ITR Industries situata a Jinju in Corea Del Sud, altro importante centro produttivo del Gruppo USCO ITR dedicato al sottocarro.

 

Scrivi all'autore
loading

Any manufacturers’ names, brand or product names, trademarks, part numbers, symbols, drawings, images, colours and descriptions appearing in this document are for reference purposes only, and it is not implied that any part listed is the product of these manufacturers. All trademarks and registered trademarks mentioned are the property of their respective owners.

Leggi anche
Corporate
Guarnizioni Bulldog® qualità da OE

Fondata nel 1957 a Tampa in Florida e oggi parte integrante del Gruppo ITR USCO, Bulldog® si disting...


Leggi tutto

Corporate
ITR Meccanica: dove nascono i ricambi ITR

Mentre in Corea del Sud e in Cina si producono componenti per il sottocarro (ne parleremo presto), i...


Leggi tutto

Corporate
Logistica sostenibile

Promuovere la sostenibilità ambientale è l’obiettivo del futuro e rappresenta per le imprese non sol...


Leggi tutto